fbpx

Degustate cinque annate degli chasselas di Château de Luins

Chateau de Luins

Approfittate dei consigli di Laurent Baechtold di Château de Luins per fare un po’ di enoturismo nella regione di Luins, sulla Riviera dal Vaud.

Una bella mattina di luglio siamo andati a incontrare Laurent Baechtold, viticoltore che lavora a Château de Luins.

In una posizione strategica, a metà strada tra Losanna e Ginevra, la zona è facilmente accessibile in auto o con i mezzi pubblici. Nel cortile del castello scopriamo un bellissimo albero di castagno e l’ambiente ci riporta immediatamente indietro nel tempo, alla tavola del signore locale, dove gustiamo un pasto abbondantemente innaffiato di vini, in buona compagnia fino all’alba. Oggi, in estate, i matrimoni, i concerti e i ricevimenti hanno sostituito i banchetti pantagruelici.

Le passeggiate, le grigliate, i malakoff, il pane del castello prima o dopo un buon pasto al Château de Luins

Laurent Baechtold ci svela alcuni dei suoi segreti e ci racconta aneddoti sul vino e sulla regione, per un po’ di enoturismo nella zona di Luins, sulla Riviera del Vaud.
sentier-chataignes

  • Una passeggiata lungo il sentiero delle castagne, fino a Bursins o a Gilly: vi potrete rilassare passeggiando tranquillamente nel bosco, ammirando panorami stupendi.
  • Una grigliata al Refuge du Devens, che offre tutto il necessario per organizzare un bel barbecue con la famiglia prima o dopo la visita alla cantina, oppure tornando dal sentiero delle castagne.
  • I malakoff: non aspettate oltre, per una bella scorpacciata di malakoff! L’Auberge de Luins prepara i più buoni della regione.
  • Il pane al castello: tutti i martedì, il panettiere Jean-Paul Badel viene a cuocere il pane, preparato con farine della zona, nel forno a legna del castello.

A poche decine di metri dal castello troviamo la bella chiesa di Saint Pierre, dove si celebrano molti matrimoni. Scoprirete un panorama a 180 gradi: il Monte Bianco, le Alpi francesi e del Vallese, e anche il Giura, che non è lontano da qui.

Il Château de Luins, un vero e proprio monumento

Risalente al XV, questo castello era di proprietà delle famiglie di Wattwil. Il bisnonno del signor Baechtold lo ha acquistato agli inizi del XX secolo. Se i muri potessero parlare… avrebbero parecchi segreti da raccontare.

Il carnotzet per le degustazioni e la sala delle presse

Nell’antica cantina delle grappe è stato predisposto il carnotzet: qui chasselas, chardonnay e pinot delizieranno il vostro palato e quello dei vostri amici. Potrete trascorrere un momento conviviale e accogliente, insieme ad altri 25 ospiti. Per gli eventi più estesi, la sala delle presse si trasforma in un esclusivo salone ricco di carattere, che può accogliere fino a 150 persone. È qui che il signor Baechtold organizza gli eventi aperti al pubblico, come i famosi concerti.

Scoprite lo chasselas 2010, il preferito Laurent Baechtold

Il 2010 è stato un anno straordinario, con condizioni meteorologiche ideali. È stato soprattutto l’equilibrio idrico a rendere possibile questa annata perfetta. Oltre al 2010, potrete degustare almeno altre cinque annate di chasselas affinato in legno.

Come è noto, lo chasselas di solito si beve in fretta, ma sapevate che lasciandolo aspettare 5-6 anni accompagna meravigliosamente il pesce, le carni bianche e anche i formaggi stagionati? Avete già l’acquolina in bocca?

Contattate subito Laurent Baechtold e scoprite la sua cantina!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[12]
[12]
[12]
[12]
[13]
[13]
[13]
[13]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[12]
[12]
[12]
[12]
[13]
[13]
[13]
[13]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[12]
[12]
[12]
[12]
[13]
[13]
[13]
[13]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[12]
[12]
[12]
[12]
[13]
[13]
[13]
[13]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]