fbpx

Clos du Rocher a Yvorne: assaggiate lo Chasselas sul Sentiero delle Vigne

Il Clos du Rocher produce uno Chasselas di alta gamma e una miscela di rossi. Membro di Clos, Domaines & Châteaux, la storia della tenuta e del territorio contribuisce alla reputazione dei vini.

Per parlarci del Clos du Rocher, incontriamo Jean-Daniel Suardet, responsabile del vigneto dal 1998, e Léonard Pfister, capo enologo a Obrist.

Il Domaine du Clos du Rocher dal 1918 a oggi

Il Clos du Rocher fa parte delle tenute Obrist dal 1918. Emile Obrist acquistò la proprietà perché ne vedeva il potenziale per lo Chasselas.

All’inizio, ci sono solo alcune parcelle intorno alla casa. Poi la tenuta si è ampliata e oggi rappresenta 10 ettari.

Dalla sua costruzione, la cantina del Clos du Rocher non è cambiata, tutto è come era allora, ad eccezione di alcuni lavori di ristrutturazione che sono stati eseguiti per soddisfare gli standard di vinificazione di oggi.

Due vini di alta gamma

Il Clos du Rocher produce 2 referenze, con un posizionamento di alta gamma.

Lo Chasselas (95% della produzione) è il prodotto di punta della maison Obrist. È un vino generoso e corposo, rinomato in tutta la Svizzera da 100 anni.

Il rosso del Clos du Rocher è una miscela (Merlot, Syrah e Cabernet Sauvignon), commercializzata dal 2009. La vinificazione avviene in barriques per oltre 18 mesi.

I vini del Clos du Rocher possono essere acquistati direttamente in azienda, presso la Vinaria di Obrist di Vevey o nel negozio online Obrist. È possibile trovare i vini anche presso alcuni rivenditori specializzati e in alcuni ristoranti.

Per accompagnare bene lo Chasselas

Lo Chasselas Clos du Rocher si degusta bene come aperitivo. Jean-Daniel Suardet lo consiglia anche per pasti a base di pesce o carni bianche. Il formaggio si abbina perfettamente con un’annata più vecchia.

Eventi al Clos du Rocher

Il Clos du Rocher partecipa alle tradizionali cantine aperte del Cantone di Vaud. Il sabato del Digiuno federale, la cantina ha uno stand presso le cantine aperte di Yvorne, dove sono presenti tutti i cavisti del villaggio.

Attività enoturistiche nella regione

Passeggiate dal Clos du Rocher al Museo della vite e del vino allo Château d’Aigle. Un tour didattico adatto anche alle famiglie. Per una passeggiata più lunga, percorrete l’intero Sentiero delle vigne da Yvorne a Lavey-les-Bains. Un percorso enoturistico di oltre 20 km attraverso vigneti e cantine.

Per mangiare, Jean-Daniel consiglia il Restaurant de la Couronne e Le Torrent a Yvorne.

Se trascorrete più giorni nella zona, soggiornate all’Hôtel de la Couronne (Yvorne) o all’Hôtel du Nord (Aigle).

La vostra visita alla tenuta con amici e colleghi

Il carnotzet può ospitare fino a 20 persone per una degustazione. Il cortile esterno può ospitare gruppi più numerosi.

Le visite alla tenuta sono solo su appuntamento, secondo i vostri desideri. Chiamate direttamente la tenuta o contattate Obrist che si occuperà della prenotazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[12]
[12]
[12]
[12]
[13]
[13]
[13]
[13]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[12]
[12]
[12]
[12]
[13]
[13]
[13]
[13]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[12]
[12]
[12]
[12]
[13]
[13]
[13]
[13]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]
[10]
[10]
[10]
[10]
[11]
[11]
[11]
[11]
[12]
[12]
[12]
[12]
[13]
[13]
[13]
[13]
[14]
[14]
[14]
[14]
[15]
[15]
[15]
[15]